info@portafuturolazio.it
 

Regione Lazio

Socrate in azienda. Epicuro e il piacere (Formazione)

Foto Futurimprendoor

Dove:
Formazione a Distanza a cura della sede PFL Roma Tre

Quando:

  • lunedì 28/06/2021 dalle 09:00 alle 13:00

SOCRATE IN AZIENDA – I Grandi Temi dell’Impresa e del Management con gli occhi della filosofia

Introdurre l’esercizio del pensiero filosofico all’interno delle organizzazioni di lavoro potrebbe apparire come un tentativo snob o quantomeno un puro esercizio intellettuale poco attinente alla praticità, all’utilità e alla concretezza del “fare” proprie di un’impresa e della sua finalità. E’possibile che una cosa apparentemente inutile come la Filosofia possa essere al contrario profondamente vantaggiosa e fruttuosa per le imprese e il proprio management?

E’ un grande manager italiano, Franco Tatò, che ci regala un pregevole punto di vista e una condivisibile risposta: “E’ un soffio. Quasi un venticello. Lo si sente in qualche consiglio di amministrazione. In alcune riunioni del management. In certe discussioni universitarie. E’ il dubbio. Il dubbio che una cultura economica, ingegneristica o tecnologica basti a gestire l’impresa.

Il mondo si allarga, l’informazione dilata la sua disponibilità e insieme cresce la necessità di soddisfare gusti, sensibilità e culture tanto diverse tra loro. Allora si comincia a guardare all’impresa in modo diverso. Non più come un luogo solo per operai e impiegati, per ragionieri o ingegneri, per finanziari e markettari, ma per esseri umani capaci di apprendere, di sviluppare visioni d’insieme, di affrontare situazioni complesse.

E ci si trova a riflettere sulla relazione tra filosofia e management…"

Imprenditori e Manager come esploratori di nuovi mondi possibili, dentro e fuori di sé.

Nove episodi di Filosofia Manageriale che affronteranno i grandi temi dell'impresa e del management con gli occhi dei filosofi. Scopriremo che ci sono dei principi immutabili antichi ma non vecchi e, per fortuna, ancora molto utili per il futuro.

PRIMO MODULO 
06/05/2021
A CHE SERVE LA FILOSOSIA IN AZIENDA?
Ma la filosofia serve? È utile, oggi? Sembrerebbe di no. Forse perché non ce l’hanno fatta amare o peggio, conoscere. La filosofia è l’arte del pensare, del coltivare il dubbio, del porsi le giuste domande senza rincorrere le risposte, è la capacità di fermarsi in una sosta rinvigorente e riflessiva. La Filosofia è Amore per la Conoscenza. Di sè, degli altri e del mondo. Se è così, potrà servire a tutti. Ma bisogna essere coraggiosi. Perché ci vuole coraggio per intraprendere il viaggio della scoperta.

SECONDO MODULO 
14/05/2021
I SOFISTI: PRIMI GURU DELLA COMUNICAZIONE
Vi siete mai chiesti chi siano stati coloro che hanno messo le basi della moderna comunicazione? Chi siano stati a fondare l’arte dell’oratoria o la sapiente e affascinante costruzione verbale e scritta attraverso la retorica? Avvocati, politici e oratori seducenti e persuasivi ne ricavano ancora oggi ispirazione, forse senza saperlo. Questo workshop ci porterà a conoscere da vicino le teorie dei padri fondatori del famoso Public Speaking, senza scomodare le più recenti e moderne prassi che ne sono soltanto una inevitabile imitazione. A noi piace andare direttamente alla fonte! Protagora e Gorgia ci diventeranno familiari e sicuramente più simpatici nonostante i loro nomi poco avvezzi e adatti alle strategie della comunicazione contemporanea.

TERZO MODULO 
24/05/2021
LA RICERCA DELLA VERITA’ 
Quanta presunzione di verità è possibile ritrovare nelle dinamiche relazionale aziendali?
Pensare che la propria verità sia l'unica possibile è molto rischioso, mantenere un atteggiamento di apertura e di ascolto è invece dimostrazione di profonda intelligenza e lungimiranza.
Come si fa a non innamorarsi di Socrate: era buono d’animo, tenace, intelligente, ironico, tollerante e nel medesimo tempo inflessibile. Di tanto in tanto sulla Terra nascono uomini di questa levatura, uomini senza i quali noi tutti saremmo un po’ diversi: pensiamo a Gesù, a Gandhi, a Budda, a Lao Tze. C’è qualcosa però che distingue Socrate da tutti gli altri ed è la sua normalità di uomo. Desiderava la verità e aiutava gli altri a cercarla attraverso le domande. Sapeva di non sapere, era cosciente della propria ignoranza di fronte la vastità della conoscenza, lo ammetteva e si prendeva gioco dei saccenti della sua epoca, smascherandoli. Fin quando non lo uccisero!

QUARTO MODULO 
03/06/2021
DENTRO IL CAMBIAMENTO
Ne sono successe di cose in questo anno che si è conquistato il podio della straordinarietà! Il delicato equilibrio della complessità che stavamo vivendo era comunque rassicurante perchè potevamo interpretarne i segni. Oggi non è più così. E' accaduto quello che Alessandro Baricco ha saputo descrivere magnificamente in questa frase: "La sconcertante scoperta di quanto sia silenzioso, il destino, quando, d'un tratto, esplode."
Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare, ammoniva Winston Churchill. Sicurezza o Libertà? Il Conosciuto o l’Ignoto? Il Porto o Il Mare? Affonderemo le nostre riflessioni sul tanto sospirato o sul tanto temuto cambiamento. Alcune volte lo cerchiamo disperatamente altre volte ne abbiamo paura.
Ci aiuteranno, in particolare, Eraclito e il suo inesorabile divenire delle cose ed Epitteto con il suo manuale, per imparare a indurlo quando lo vogliamo e a sopportarlo quando ci arriva senza avvisi!

QUINTO MODULO 
11/06/2021
IMPARA A NON PREOCCUPARTI 
Siamo gli unici responsabili dei nostri pensieri e di ciò che proviamo. Possiamo scegliere come rispondere alla buona e alla cattiva sorte. Siete al mare, in un week end programmato da tempo e inizia a piovere! Non possiamo far cessare la pioggia, ci arrabbiamo o “la prendiamo con filosofia”? Seneca e gli Stoici pensavano che il modo in cui ci si sente in una situazione o di fronte ad un evento sia una questione di scelta.
Siamo noi gli artefici delle nostre emozioni. Noi stessi gli unici respons-abili. Abili nel dare le risposte che desideriamo a tutto ciò che ci accade. Le forti pressioni e la lunga durata delle circostanze e degli eventi esterni stanno mettendo a dura prova la nostra naturale capacità di resistere agli urti della vita. Il clima di incertezza e la diretta conseguenza di non riuscire a poggiare su cornici conosciute e note, l'imprevedibilità e l'impossibilità di scorgere oltre la siepe, generano inevitabilmente ansia e preoccupazione. Abbiamo tutto il diritto di sostare nell'acquitrino delle nostre sofferenze ma anche il dovere di uscirne per ritornare ad essere "capitani della propria anima".

SESTO MODULO 
21/06/2021
MARCO AURELIO TI METTE LE ALI: VOLA IN CIELO E TORNA IN TERRA
Prendere la giusta distanza dalle inquietudini della vita ci aiuta a vederle in una prospettiva diversa. Usare l’immaginazione così come faceva Marco Aurelio per coltivare quel salutare distacco dalle cose terrene. I suoi pensieri sono una fonte inesauribile di ispirazione per spunti di riflessioni che speriamo possano produrre nuove visioni per la nostra vita e ritrovare così la giusta misura per una nuova lettura del mondo.

SETTIMO MODULO 
28/06/2021
EPICURO E IL PIACERE 
Epicuro, il filosofo della dopamina? Il neurotrasmettitore associato al piacere per eccellenza è stato attivato numerose volte nelle sue esperienze di vita? Sembra proprio di si. Per il filosofo greco la chiave della vita stava nel riconoscere che tutti ricerchiamo il piacere ma soprattutto evitiamo il dolore. Le recenti scoperte scientifiche ci dimostrano che il piacere più grande lo proviamo non quando raggiungiamo l’oggetto del nostro desiderio ma quando ci liberiamo da un dolore (ricordatevi il dente cariato!). Mangiare cibi raffinati e concedersi lussi e piaceri sessuali sono alcuni dei tratti con cui, oggi, si definisce una persona “epicurea”. Ma le cose non stanno proprio così! Lo scopriremo, piacevolmente.

OTTAVO MODULO 
08/07/2021
RICERCANDO LA FELICITA’
Ricercando la felicità, è la risposta di Aristotele al che tipo di vita vale la pena di vivere.
Pensandoci bene è la domanda che ha spinto molti verso la ricerca filosofica. Per Aristotele, vivere una vita buona significa soprattutto cercare di essere felici. Il punto è cosa è la felicità e come possiamo essere felici. Gli spunti che ci offrirà sono molti e interessanti. Del resto, già il fatto di potere stare insieme a parlarne potrebbe darci un buon motivo per esserlo!

NONO MODULO 
19/07/2021
SANT’AGOSTINO: L’ARTE DELL’ORATORIA E LA DIMENSIONE DEL TEMPO MANAGEMENT CON GLI OCCHI DELLA FILOSOFIA
Un uomo e la sua trasformazione. Quando è diventato più difficile soffrire che cambiare… è cambiato. La natura umana è densa di contraddizioni, vogliamo una cosa e ne facciamo un’altra. La possibilità di esplorare il cammino per una rinascita e le affascinanti considerazioni sul significato del tempo ci verranno rivelate dal pensiero e dalla vita di uno dei più seducenti oratori di tutti i tempi: Agostino d’Ippona. L’inventore del Purgatorio, la via di mezzo per coloro che non possono sperare il Paradiso ma nemmeno meritare l’Inferno.

Posti disponibili: 100

Procedi con la prenotazione dell'attività

Accedi o registrati a Porta Futuro Lazio per poterti prenotare alla seguente attività.
Il servizio è gratuito.